POF

La scuola dell’infanzia “La Sirenetta 3.0” è ubicata in via Marconi n.56-58, Lamezia Terme in provincia di Catanzaro. È facilmente raggiungibile, accessibile dal punto di vista del superamento delle barriere architettoniche. È direttamente collegata con l’esterno, collocata a pianterreno e articolata su un unico livello. La scuola dell’infanzia progetta le proprie azioni educative per rendere più significativi e consapevoli gli apprendimenti che i bambini realizzano nei diversi contesti di vita. I percorsi di apprendimento devono mettere in collegamento le esperienze che si compiono durante gli anni della scuola dell’infanzia da una parte con le attività svolte nei nidi, dall’altra con quelle che verranno svolte nella scuola primaria.

FINALITÀ DEL SERVIZIO

La scuola dell’infanzia “La Sirenetta 3.0”, si impegna a favorire il processo di sviluppo psicofisico, psicomotorio, di socializzazione e di autonomia, in un ambiente pensato, strutturato e organizzato a misura di bambino. Il principio fondamentale alla base di questo servizio è la centralità del bambino. Porre il bambino al centro significa riconoscerlo come un individuo portatore di diritti peculiari del suo status, significa comprendere che il bambino ha tempi e bisogni diversi da quelli di un adulto. Inoltre il nostro obiettivo è quello di garantire la massima collaborazione con le famiglie nell’accudimento e nell’educazione dei figli. Questo servizio è aperto tutto l’anno dal lunedì al sabato, fatta eccezione per le festività. Importante è la fase dell’accoglienza. La fase di inserimento del bambino al primo anno di scolarizzazione o nella fase di passaggio dal nido alla scuola dell’infanzia richiede l’avvio di un processo costruttivo di fiducia tra educatore bambino e genitore. Obiettivo dominante di questa è, quindi, favorire la conoscenza del nuovo ambiente attraverso la presenza e la mediazione dei genitori al fine di favorire il consolidarsi di una relazione significativa del bambino con l’ambiente e di conseguenza facilitare il graduale distacco dal genitore. Pochi giorni prima dell’inizio dell’attività didattica, il docente e il consulente pedagogico inviteranno genitori e alunno per un incontro individualizzato che avviene nella aula della sezione che ospiterà il bambino. In questa circostanza i genitori fornisco notizie sul/sulla bambino/a, sul suo vissuto, sulle sue abitudini e
inclinazioni che gli educatori annoteranno su una scheda già predisposta. In occasione di questo incontro il bambino, conoscerà le insegnanti, le vedrà parlare con i suoi genitori in un clima sereno e rilassato e verrà lasciato libero di esplorare l’aula e scoprire giochi e materiali strategicamente disposti per essere a sua disposizione. Il primo periodo dell’attività didattica sarà interamente finalizzato all’accoglienza e all’integrazione di tutti i bambini nel contesto educativo favorendo l’acquisizione e l’interiorizzazione delle fondamentali regole di comportamento democratico nel rapporto tra pari e nel rapporto con gli adulti. Durante la prima settimana, verranno organizzati, a gruppi ristretti in diverse fasce orarie, laboratori didattici a cui i bambini parteciperanno insieme ad uno dei genitori che viene coinvolto nelle attività proposte: laboratorio delle coccole, laboratorio dei travasi ecc. Nella seconda settimana i genitori lasceranno i bambini per un tempo “limitato” in relazione alle indicazioni fornite dal docente sulla base delle osservazioni condotte “no a quel momento.

Donwload